Progetto Educativo
(2017 /20)

scarica il PDF del Progetto Educativo 2017-2020

Un Progetto Educativo nasce per dare una programmazione a lungo termine ad un Gruppo Scout.
Ogni gruppo è radicato in un territorio differente e coinvolge nelle sue attività persone diverse: dall’analisi del territorio in cui il gruppo vive e dalla comprensione dei bisogni delle persone che vivono nel e intorno al gruppo nasce il Progetto Educativo.
Ormai un anno fa la nostra Comunità Capi (Co.Ca.) si è impegnata nella stesura di un nuovo Progetto che tracciasse le linee guida per l’azione Educativa che il nostro Gruppo svolgerà negli anni a venire.

Il Progetto si sviluppa attorno a problemi contingenti, per orientare la proposta educativa o per aggiornare gli strumenti metodologici, altre volte per dare una nuova traccia valoriale alle attività.
Alcune scelte, progettate e realizzate negli anni, hanno contribuito a creare un’ identità forte nel nostro gruppo:
l’idea di coniugare l’iniziazione cristiana con l’esperienza scout nei Branchi,

l’attenzione all’ambiente con la gestione di un’area naturalistica, la sensibilità alla mondialità con esperienze di servizio all’estero.

L’analisi del territorio che la Co.Ca. ha svolto ha visto coinvolte le Staff delle varie Unità in un’analisi dei ragazzi a cui direttamente prestano servizio e si è estesa ai genitori, alla comunità parrocchiale e ad altre figure importanti nella quotidianità dei ragazzi come gli insegnanti e gli allenatori sportivi.
Le informazioni raccolte sono state quindi vagliate per determinare in quali ambiti e con quali strumenti la proposta del nostro Gruppo potesse fare qualcosa.

Dall’analisi è emerso che, a prescindere dall’età e dal genere, i nostri ragazzi fanno fatica a crearsi un’ identità forte in grado di esprimere chi sono e le loro passioni e, come conseguenza, la creazione di relazioni poco stabili e sincere; assieme a questo risulta una generale tendenza all’uniformarsi a standard “mediatici” che risultano spesso stereotipati.

Altra criticità evidenziata è stata quella della competenza intesa sia come concretezza del saper fare che come utilizzo competente di tanti strumenti che fanno parte del quotidiano.

L’utilizzo del tempo, la definizione di priorità e le ansie che derivano da una non corretta definizione delle stesse è particolarmente manifesta in tutti i ragazzi in età scolare i quali si trovano, per detta loro, a passare molto tempo senza sostanzialmente far nulla onde poi farsi prendere dallo sconforto quando costretti a confrontarsi con scadenze che non possono essere rimandate.

Nonostante la società oggi sia sempre più globale e le notizie arrivino sempre più in tempo reale, sembra essere abbastanza diffusa una certa indifferenza verso il prossimo, sia di realtà difficili a noi molto vicine che di quanto succede nel mondo.
In ultimo rimane attuale una certa difficoltà nell’avere una sincera vita di fede da parte dei ragazzi.

Cercando di rispondere a queste problematiche e guardando al futuro la nostra Comunità Capi è arrivata alla stesura di alcuni Obiettivi verso cui orientare la proposta educativa, forti di un gruppo che cresce di anno in anno, venendo dalla recente esperienza dell’apertura di un nuovo Branco, voluta per portare la proposta scout a più persone possibile, e ad un notevole ingrossamento del Reparto e del Clan.

Gli anni futuri prospettano ulteriori crescite numeriche delle unità che comporteranno la necessità di affrontare riflessioni sugli spazi, i modi e i tempi delle attività, tenendo presente le recenti ipotesi di riorganizzazione delle parrocchie da parte della diocesi, anche in collaborazione con gli altri gruppi scout modenesi.

 

 

per uno sguardo sui precedenti progetti educativi proposti dalla nostra comunità ti invitiamo a visitare questa pagina